Assicurazione auto ibrida

Comment

Assicurazione Auto

La filosofia ecofriendly ha spinto negli ultimi anni non pochi cittadini italiani ad acquistare un’auto a risparmio ecologico che garantisce la riduzione di emissioni nocive nell’ambiente, un settore che viene intentivato attraverso alcune specifiche agevolazioni di acquisto ma si può risparmiare sulla RC Auto? Esaminando il tema dell’assicurazione auto ibrida bisogna precisare che i vari tipi di auto ecologiche prevedono differenti costi della RCA, in questo contesto le auto ibride si collocano in una posizione di mezzo tra le auto elettriche e quelle a GPL. La posizione assunta dalla maggior parte delle compagnie assicurative è quella di favorire l’acquisto di un’auto che permette di ottenere un risparmio ecologico proponendo agevolazioni sul fronte dell’assicurazione. Ad oggi, stando alle stime del mercato assicurativo il costo della polizza auto è soggetto ad uno sconto che oscilla attorno al 5% fino al 15%; come stabilito dalla Legge per questo tipo di polizze assicurative auto sono previsti dei massimali di 1mln di euro per danni a cose e di 5mln per danni a persone. Un’auto ibrida permette non solo di limitare le spese per quanto riguarda i costi sul carburante, ma anche sulle spese della polizza assicurativa, e l’impostazione delle diverse compagnie in riferimento alla polizza auto è quella di suggerire ai guidatori diversi soluzioni vantaggiose cper chi si appresta a stipulare un’assicurazione auto ibrida, in questo modo oltre a promuovere il risparmio ecologico si ottiene anche un vantaggio di tipo economico che può essere riscosso nel tempo visto che l’investimento iniziale richiede una somma di denaro non di certo esigua. I costi iniziali tendono infatti ad ammortizzarsi a lungo termine, inoltre si vanno ad aggiungere ulteriori sconti che riguardano l’assicurazione auto e che si traducono con l’applicazione delle relative agevolazioni di tipo territoriale che permettono ad esempio in alcune regioni di ottenere l’esenzione dal bollo auto per diversi anni dalla prima immatricolazione oppure di non pagare la tassa di circolazione per cinque anni a partire dalla prima immatricolazione, in altre regioni italiani è prevista un’esenzione di tre anni dopo la prima immatricolazione di un’auto elettrica, ibrida oppure ibrida plug-in.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *