Assicurazione infortuni domestici: caratteristiche

Comment

Assicurazione Infortuni

In base a quanto previsto dalla legge 493/1999 possono stipulare una qualsiasi assicurazione contro gli infortuni domestici delle precise categorie di soggetti quali: chi ha un’età compresa tra i 18 ed i 65 anni compiuti;  l’individuo che concentra tutte le sue cure nei confronti dei componenti della famiglia e della casa; gli individui che non sono legati da vincoli di subordinazione; chi presta lavoro domestico in modo abituale ed esclusivo. All’interno di uno stesso nucleo familiare possono assicurarsi più soggetti, precisando che si definisce ambito domestico il proprio contesto abitativo, connesso alle relative pertinenze, al cui interno abita il nucleo familiare dell’assicurato; il soggetto che abita in un condominio deve considerare ambito domestico anche le parti comuni. L’assicurazione contro gli infortuni domestici INAIL è quindi obbligatoria per i soggetti che svolgono un’attività lavorativa all’interno della propria abitazione per tutelare la loro salute e scongiurare eventuali pericoli che possono verificarsi mentre si svolgono faccende domestiche. L’assicurazione deve essere stipulata allo scadere del 31 gennaio di ogni anno attraverso il pagamento di una quota fissa pari a 12,91 euro in questo modo si ottiene una copertura assicurativa contro possibili sinistri che potrebbero accadere in casa, garantendo un’indennità capace di coprire eventuali spese mediche e sanitarie.
Tenendo conto di precisi requisiti assicurativi possono sottoscrivere questa tipologia di polizze le seguenti categorie di soggetti: i maggiorenni che lavorano soltanto in casa dove si dedicano a curare i componenti della famiglia; gli studenti anche se studiano ed alloggiano in una località diversa rispetto alla loro residenza e che si occupano dell’ambiente dove dimorano; i titolari di pensione che non hanno superato i 65 anni; i lavoratori in condizione di mobilità; i lavoratori in cassa integrazione; gli stranieri dotati di regolare permesso di soggiorno in Italia e non svolgono un’altra occupazione; i lavoratori stagionali, lavoratori temporanei, lavoratori a tempo determinato e le altre categorie di soggetti che svolgono un lavoro dalla durata non anno (il premio assicurativo non può essere frazionato e la quota viene saldata per intero, anche se la copertura assicurativa riguarda esclusivamente l’arco di tempo in cui non si svolge un’altra attività lavorativa). Il costo del premio dell’assicurazione contro gli infortuni domestici INAIL è a carico dello Stato se il soggetto che si assicura ha un reddito relativo all’anno precedente che non supera i 4.648,11 euro o se il proprio nucleo familiare ha un reddito complessivo non superiore ai 9.296,22 euro, si può richiedere l’esenzione attraverso un’autocertificazione del reddito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *