Assicurazione vita polizza mista: le caratteristiche

Comment

Assicurazioni Vita

Tra le diverse tipologie di assicurazione vita la polizza mista garantisce una copertura sia in caso vita sia in caso morte, per cui è previsto il pagamento di un capitale o di una rendita  vitalizia se l’assicurato risulta in vita alla data di scadenza dell’assicurazione ma contemporaneamente prevede il pagamento di un capitale al beneficiario in caso di decesso dell’assicurato nel corso della durata del contratto assicurativo. Al momento della stipula del contratto assicurativo viene precisato che il premio versato implica una quota da erogare al saldo dell’assicurazione sulla vita stipulata, una quota invece viene destinata alla copertura di forme di garanzie complementari che possono rigurdare invalidità, infortuni e malattie; va comunque precisato che solo il capitale maturato con la polizza vita potrà essere liquidato al termine del contratto assicurativo.

In pratica le assicurazioni miste sulla vita proposte dalle diverse compagnie assicurative italiane sono tenute a corrispondere  il proprio premio attraverso due modalità di liquidazione: mediante rendita vitalizia  che è proporzionale all’età dell’assicurato ed ai premi versati; attraverso il pagamento del capitale intero allo scadere del contratto assicurativo. Nel caso di scadenza della polizza mista il titolare ha la possibilità di continuare a versare i premi, rinviando in questo modo la liquidazione finale del premio.

Esistono tre differenti tipologie di assicurazioni miste sulla vita: quelle a termine fisso, le polizze miste ordinarie con pagamento unico iniziale, quelle semimiste. Per quanto riguarda le assicurazioni miste sulla vita ordinarie con pagamento unico iniziale, la sottoscrizione di questa tipologia di polizza obbliga la compagnia assicurativa a saldare una determinata somma di denaro al titolare del contratto se in vita al momento della scadenza della polizza, oppure agli eredi e/o beneficiari in caso di morte prematura del titolre dell’assicurazione sulla vita. Invece le polizze miste a termine fisso prevedono la liquidazione entro la conclusione prefissata del contratto della somma di denaro concordata nel contratto assicurativo, se il titolare risulta essere ancora in vita, oppure  agli eredi e/o beneficiari in caso di sua morte; in caso di morte prematura dell’assicurato, la compagnia assicurativa non potrà riscuotere i premi annui non ancora scaduti. La terza tipologia delle polizze semimiste prevedono che la compagnia assicurativa restituisca al titolare del contratto assicurativo il 50% del capitale alla morte di quest’ultimo ed il restante 50% addizionale a conclusione del differimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *