Fondo Pensione Aperto come funziona questo strumento previdenziale

Comment

Fondi Pensione

Il Fondo Pensione Aperto (abbreviato FPA) rappresenta uno strumento previdenziale complementare che permette di aggiungere alla pensione integrativa quella pubblica, questo strumento è stato fondato come patrimonio di destinazione ai sensi dell’art. 2117 del Codice civile, con delibera dell’organo di amministrazione della società. Si tratta di soluzioni istituite da banche, SGR, SIM ed imprese di assicurazione che permettono in linea di massima a tutti i lavoratori di percepire una pensione integrativa per sé o per i propri familiari. Chi sottoscrive un Fondo Pensione Aperto può avvalersi di obiettivi previdenziali tutelati da delle specifiche norme di garanzia a partire dal regolamento del fondo che gestisce i rapporti tra il fondo, gli aderenti e gli altri soggetti istituzionali coinvolti. In particolare spetta ad una Commissione controllata dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali (COVIP – Commissione di vigilanza sui Fondi Pensione) il compito di monitorare la corretta amministrazione di questi fondi, viene poi garantita la massima trasparenza nelle modalità di offerta del prodotto derivante da questo tipo di previdenza. Per altre notizie su questo argomento si rimanda alla lettura di http://unapass.it/piani-individuali-pensionistici-cosa/.

Possono aderire a questo strumento previdenziale dunque le seguenti categorie di soggetti: i lavoratori autonomi, i liberi professionisti, i lavoratori dipendenti, i familiari a carico dei lavoratori ma anche coloro che non svolgono un’attività lavorativa. Si può aderire a questa soluzione previdenziale individualmente in forma collettiva, se il Regolamento del Fondo lo consente, grazie ad un accordo tra il Fondo e l’azienda che convengono sulle modalità e sui termini di partecipazione degli aderenti. I Fondi Pensione Aperti si basano su una contribuzione definita mentre le prestazioni non fisse in quanto sono direttamente associate ai contributi versati senza trascurare l’influenza esercitata dal rendimento degli strumenti finanziari e dal regime fiscale che viene applicato. Vengono poi applicate delle specifiche agevolazioni fiscali nei confronti di chi aderisce ai Fondi Pensione inoltre spetta una deducibilità dei contributi a carico del lavoratore de a carico dell’azienda fino al limite massimo di 5.164,57 euro, delle condizioni più favorevoli sono previste nei confronti di quella classe di lavoratori di prima assunzione a partire dal 1° gennaio 2007.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *