Investimenti nei beni rifugio: quali sono i più vantaggiosi

Comment

Consigli

In tempo di crisi, chi decide di investire i propri risparmi può proteggere il proprio capitale nei periodi di incertezza economica in strumenti finanziari anche se  poco redditizi che garantiscono una certa sicurezza, gli investitori possono quindi rivolgersi ad investimenti poco rischiosi acquistando oro, valute pregiate, immobili, diamanti, macchine storiche, antiquariato, opere d’arte. In pratica gli investimenti nei beni rifugio riguardano beni materiali e tangibili e permettono di conservare il proprio patrimonio piuttosto che speculare, anche se a determinare un asset di un bene rifugio è la percezione del mercato: è lo stesso mercato infatti a valutare quale strumento finanziario possa rappresentare una protezione nei periodi difficili diventando un bene rifugio nei periodi di crisi economica mantenendo per lo più costante il proprio valore. Per altre informazioni sugli investimenti si rimanda alla lettura di Investire in auto storiche: perché potrebbe essere conveniente.

Tra questo tipo di investimenti, il bene rifugio da sempre più gradito è l’oro che viene riconosciuto come  un valore di scambio sicuro, attualmente si ha la possibilità di investire soprattutto in oro finanziario piuttosto che in oro fisico. La quotazione di questo bene rifugio spesso risulta essere non associata a quella delle azioni e delle obbligazioni, per questo monivo i buoni investitori decidono di investire una parte del proprio portafoglio in oro che offre una maggiore stabilità nel lungo tempo. Chi vuole investire in oro può quindi optare per la strada finanziaria, effettuando delle operazioni di acquisto inerenti istrumenti come Etf, Etc, future, obbligazioni, azioni di aziende  che commerciano oro, questo tipo di investimento obbliga al pagamento delle tasse sulle rendite finanziarie, ma non implica il problema della custodia del bene rifugio; se invece si vuole acquistare oro fisico, la scelta deve ricdere sull’acquisto del prezioso metallo disponibile sotto forma di monete e lingotti, anche se chi investe in oro fisico non deve pagare tasse deve incaricarsi dellonere di custodire l’oro, a questo rischio si deve aggiungere anche quello relativo al prezzo di vendita, in quanto il mercato dell’oro fisico risulta meno liquido dei mercati finanziari. Tra gli altri beni rifugio nei quali investire ci sono: l’argento, le pietre preziose, i diamanti, le opere d’arte (soprattutto quadri), gli immobili  in particolare quelli di pregio turistico ed all’estero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *