Lavoratori assicurazione sociale obbligatoria

Comment

Assicurazione Infortuni

Per soddisfare differenti livelli di tutela e di assistenza, i lavoratori possono trovare una forma di protezione nell’assicurazione sociale obbligatoria che ha lo scopo di salvaguardare il lavoratore in caso di infortunio sul lavoro o malattia professionale, in modo da esonerare il datore di lavoro dalla responsabilità civile relativa ad un danno subito dai propri dipendenti, fatta eccezione per i casi in cui, in sede penale o civile, sia riconosciuta la sua responsabilità e la presenza di una violazione delle norme di prevenzione ed igiene sul lavoro. Attraverso questa forma assicurativa si garantiscono prestazioni sanitarie relative alle prime cure, prestazioni economiche e forniture di apparecchi di protesi. L’INAIL, Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro, gestisce la sicurezza del lavoro e la tutela della salute negli ambienti di vita e di lavoro, focalizzando l’attenzione sugli infortuni e sulle malattie professionali sul lavoro dei dipendenti pubblici, ad eccezione del comparto sicurezza, difesa, vigili del fuoco e soccorso pubblico; l’INAIL ha cura anche dell’assicurazione contro gli infortuni domestici: sono obbligati ad assicurarsi coloroche svolgono in via non occasionale, gratuitamente e senza vincolo di subordinazione, lavoro finalizzato alle cure della propria famiglia e dell’ambiente in cui vive, invece sono esclusi da questo tipo di polizze i lavoratori che svolgono delle attività che richiedono l’iscrizione a forme obbligatorie di previdenza sociale. Si rimanda alla lettura di un altro articolo presente sul sito Assicurazione obbligatoria per gli avvocati.

Nella definizione di infortunio sul lavoro è compresa ogni tipo di lesione che il soggetto si procura mentre svolge la sua manzione di lavoro, che può comportare un danno parziale o totale nel soggetto tando da inibire la sua capacità lavorativa. Gli elementi centrali di questa polizza sono rappresentati dal nesso causale tra il lavoro ed il verificarsi del rischio che può far scaturire l’infortunio; rientra nella definizione di infortunio sul lavoro anche un eventuale “infortunio in itinere”, che può capitare ad un lavoratore nel percorso compiuto per recarsi o tornare dal luogo di lavoro a casa, come anche quelli da imputare alla repsonsabilità diretta del lavoratore. Per quanto riguarda la voce “infortunio domestico” esso indica l’evento lesivo determinato da causa violenta nel corso di un lavoro che viene svolto in ambito domestico che può arrecare una forma di inabilità permanente al lavoro non inferiore al 27%; oltre a questo tipo di eventi le assicurazioni dei lavoratori coprono anche gli infortuni mortali. In particolare devono essere assicurati i lavoratori, addetti ad attività rischiose, che svolgono un lavoro retribuito alle dipendenze di un datore di lavoro, come anche i sovrintendenti ai lavori, i soci di cooperative e di ogni altro tipo di società, i medici esposti a RX, gli apprendisti, i soggetti appartenenti all’area dirigenziale e gli sportivi professionisti, gli artigiani, i lavoratori autonomi dell’agricoltura, i lavoratori che svolgono attività di lavoro occasionale di tipo accessorio, i lavoratori che svolgono attività di collaborazione coordinata e continuativa (parasubordinati).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *