• Quali azioni comprare nel corso del 2017: come agire

    Gli investitori prima di lancarsi all’acquisto di azioni sanno bene che è opportuno dare uno sguardo oculato alle analisi ed alle previsioni fatte dagli esperti del mercato che sono in grado di consigliare quali azioni comprare da cui poter prevedere un buon guadagno nel lungo periodo. Le novità economiche e politiche che si sono registrate sul finire dello scorso anno e durante l’inizio del 2017 hanno avuto ripercussioni sul mercato internazionale, si tratta infatti di eventi che hanno avuto la capacità di influenzare l’andamento di molti titoli azionari (basti pensare alle elezioni americane che hanno visto l’elezione del presidente Trump ed alla Brexit). Per investire in modo sicuro è bene tenere a mente che non esistono più azioni sicure al 100% in quanto gi scenari economici e finaziari attuali risulatano essere profondamente variabili, è nevcessario quindi studiare attentamente i mercati finanziari ed utilizzare degli strumenti sicuri e protetti. I risparmiatori che hanno intenzione di investire sui mercati finanzari devono tenere a mente che investire denaro in questi strumenti finanziari presuppone sempre un rischio associato ad una base di conoscenza dei mercati finanziari ed alla conoscenza delle dinamiche di borsa. Altre notizie su https://www.meteofinanza.com/migliori-azioni-comprare-oggi/. Continue reading

    Published by:
  • Prestito a tasso zero caratteristiche

    Un finanziamento può essere definito un prestito a tasso zero quando prevede in realtà dei tassi di interesse vicino allo zero proponendo un tasso pari a zero solo del Tasso Annuale Nominale (TAN): quindi il richiedente non deve farsi carico dei costi legati al tasso di interesse puro del prestito che viene applicato alla somma erogata ogni anno. Si devono invece pagare le spese legate al Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG), per coprire il costo di emissione del finanziamento, si tratta nello specifico dell’addebito delle spese fisse che vanno ad incidere sul costo complessivo del prestito, rientrano in questi costi le seguenti voci: le spese di istruttoria, quelle legate all’incasso, le spese di gestione delle rate, l’imposta di bollo/sostitutiva sul contratto a cui si aggiunge il costo per le comunicazioni periodiche. Un finanziamento a tasso zero rientra nella tipologia di credito al consumo dal momento che il consumatore finale ha la possibilità di impiegare la somma di denaro erogata per acquistare un bene oppure un servizio pagando a rate l’importo dovuto senza risentire della maggiorazione esecitata dal peso degli interessi. Richiedere un finanziamento con un TAN pari a zero si traduce concretamente nel non inserimento di una quota di interessi nel calcolo della rata mensile mentre si risente del TAEG,  quindi prima di sottoscrivere un prestito a tasso zero è bene controllare l’entità del TAEG che offre un’indicazione precisa dei costi effettivi legati alla richiesta di questa tipologia di prestito. Altre notizie interessanti si trovano su http://unapass.it/finanziamenti-bancari-medio-lungo-termine-caratteristiche/. Continue reading

    Published by:
  • Monero: il destino della giovane criptovaluta

    Dopo aver acquisito una piena legittimità anche nel mondo reale, la valuta virtuale diffusa con il Bitcoin ha aperto la strada a diverse tipologie di altcoin che negli ultimi anni hanno iniziato a farsi strada nel deep web e tra le nuove criptovalute, Monero è considerata la valuta virtuale del momento. Grazie alla sua caratteristica di essere una valuta virtuale alquanto anonima e garante di un elevato livello di privacy, questa criptovaluta è riuscita ad ottenere il favore dei principali marketplace presenti sulla Dark Net, dove vengono prodotte transazioni in completo anonimato dal traffico smisurato; più precisamente a partire dal mese di agosto del 2016, i principali mercati della darknet (Oasis ed AlphaBay) hanno dichiarato di utilizzare Monero come sistema di pagamento. Rispetto a Bitcoin, Monero utilizza il protocollo CryptoNote e dwlle differenze algoritmiche relative allo stesso uso della blockchain, che rappresenta il quid che permette alle transazioni di non essere rintracciate mantenendo al tempo stessa protetta sia l’identità del mittente sia quella del destinatario dei pagamenti. Per approfondimenti su questo argomento si rimanda alla lettura di https://www.wired.it/economia/finanza/2017/04/26/bitcoin-monero-zcash/. Continue reading

    Published by:
  • Index linked come funziona questo tipo di polizza

    Tra i prodotti di tipo finanziario, si può far ricorso a degli strumenti come gli Index linked ossia delle polizze che prevedono un capitale direttamente dipendente dall’andamento nel tempo del valore di un indice azionario o di un altro valore di riferimento. Nello specifico si tratta di polizze che non hanno alcuna componente assicurativa e che invece si servono del premio versato per acquistare due strumenti finanziari: una obbligazione ed un derivato, di solito delle opzioni call. Dal momento che si tratta di veri e propri strumenti finanziari competono principalmente a degli investitori esperti in grado di sostenere un alto profilo di rischio e che sono consapevoli di poter perdere il capitale investito. Il risultato finale di questo contenuto finanziario dipende così dall’andamento di un indice collegato alla polizza, nello specifico l’indice può essere rappresentato da: indici di Borsa; indici azionari settoriali; fondi comuni; titoli azionari; tassi di cambio. Il soggetto che decide di sottoscrivere una polizza Index Linked investe in un indice oppure in un titolo soggetto alle oscillazioni del mercato, per offrire come rendimento alla scadenza il capitale investito, ma per garantire questo risultato lo strumento finanziario deve investire in un titolo strutturato ossiacomposto in genere da due elementi fondamentali quali: un’obbligazione, che ha lo scopo di raggiungere fino alla data della scadenza un valore almeno pari a quanto investito; uno o più strumenti derivati, principalmente le opzioni, che collegano la prestazione all’indice di riferimento.  Per approfondiment si rimanda alla lettura di http://www.amicoassicuratore.it/index-linked/. Continue reading

    Published by:
  • Fondo Pensione Aperto come funziona questo strumento previdenziale

    Il Fondo Pensione Aperto (abbreviato FPA) rappresenta uno strumento previdenziale complementare che permette di aggiungere alla pensione integrativa quella pubblica, questo strumento è stato fondato come patrimonio di destinazione ai sensi dell’art. 2117 del Codice civile, con delibera dell’organo di amministrazione della società. Si tratta di soluzioni istituite da banche, SGR, SIM ed imprese di assicurazione che permettono in linea di massima a tutti i lavoratori di percepire una pensione integrativa per sé o per i propri familiari. Chi sottoscrive un Fondo Pensione Aperto può avvalersi di obiettivi previdenziali tutelati da delle specifiche norme di garanzia a partire dal regolamento del fondo che gestisce i rapporti tra il fondo, gli aderenti e gli altri soggetti istituzionali coinvolti. In particolare spetta ad una Commissione controllata dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali (COVIP – Commissione di vigilanza sui Fondi Pensione) il compito di monitorare la corretta amministrazione di questi fondi, viene poi garantita la massima trasparenza nelle modalità di offerta del prodotto derivante da questo tipo di previdenza. Per altre notizie su questo argomento si rimanda alla lettura di http://unapass.it/piani-individuali-pensionistici-cosa/. Continue reading

    Published by:
  • Finanziamenti bancari a medio e lungo termine: caratteristiche

    Tra le forme di finanziamenti bancari quelli a medio e lungo termine, oltre ad essere contraddistinti da un arco temporale abbastanza dilatato (la loro scadenza contrattuale è generalmente superiore a 18 mesi), infatti la categoria del credito a medio e lungo termine si basa sul principio di specializzazione temporale; inoltre questi finanziamenti prevedono una relazione stretta con lo scopo del finanziamento. Nello specifico dunque questa tipologia di finanziamento bancario prevede un credito di scopo (mutuo, leasing operativo o finanziario, credito al consumo) dal momento che è necessario istituire una stretta relazione tra il prestito erogato e l’investimento finanziato a differenza dei finanziamenti bancari a breve termine che invece sono destinati in maniera indifferenziata al finanziamento del capitale di esercizio delle imprese. Per altre letture di approfondimento si rimanda all’articolo http://unapass.it/prestiti-personali-caratteristiche/. Continue reading

    Published by:
  • Investire in Bitcoin

    Con il tempo anche le criptovalute note anche con il termine di Bitcoin sono diventate una classe di investimento a tutti gli effetti, entrando a far parte degli strumenti di investimento di alcune banche. L’investimento in valute digitali è simile alla forma di investimento in materie prime, dimostrandosi una delle innovazioni finanziarie più interessanti degli ultimi dieci anni, anche se non molti investitori si affidano a questa asset class in quanto presenta un tasso di rischio alquanto alto in quanto sussiste un’elevata volatilità. I Bitcoin hanno attirato negli ultimi anni un gran numero di investitori che hanno scorto in questo tipo di investimenti una possibilità di profitto vantaggiosa che possiede tra le sue caratteristiche principali la non rintracciabilità ed una tecnologia all’avanguardia. Quindi se si decide di investire con successo in Bitcoin è necessario possedere delle buone conoscenze sulle caratteristiche delle criptovalute, tenendo conto del fatto che ogni moneta digitale ha una propria valutazione che varia nel tempo, quindi i gettoni digitali possono essere convertiti con altre valute ma possono anche essere utilizzati per acquistare oggetti. Un gettone virtuale ha un valore reale che equivale a quanto le persone sono disposte a valutare lo strumento finanziario in termini di scambio, le strutture che ne regolano l’offerta e la diffusione sono decentrate. Ulteriori informazioni su questi prodotti finanziari si possono reperire su http://blog.moneyfarm.com/it/economia-mercati/criptovalute-cosa-conviene-investirci/. Continue reading

    Published by:
  • Investimenti nei beni rifugio: quali sono i più vantaggiosi

    In tempo di crisi, chi decide di investire i propri risparmi può proteggere il proprio capitale nei periodi di incertezza economica in strumenti finanziari anche se  poco redditizi che garantiscono una certa sicurezza, gli investitori possono quindi rivolgersi ad investimenti poco rischiosi acquistando oro, valute pregiate, immobili, diamanti, macchine storiche, antiquariato, opere d’arte. In pratica gli investimenti nei beni rifugio riguardano beni materiali e tangibili e permettono di conservare il proprio patrimonio piuttosto che speculare, anche se a determinare un asset di un bene rifugio è la percezione del mercato: è lo stesso mercato infatti a valutare quale strumento finanziario possa rappresentare una protezione nei periodi difficili diventando un bene rifugio nei periodi di crisi economica mantenendo per lo più costante il proprio valore. Per altre informazioni sugli investimenti si rimanda alla lettura di Investire in auto storiche: perché potrebbe essere conveniente. Continue reading

    Published by:
  • Richiedere un mutuo per ristrutturare casa: tipi di lavori

    Chi vuole effettuare dei lavori in casa e non dispone della liquidità necessaria per sostenere le spese può richiedere un mutuo per ristrutturare casa, è bene informarsi in tal caso in modo adeguato per presentare la documentazione richiesta dalla banca per la concessione di un mutuo, sapendo che in base alla tipologia di lavori edilizi è prevista una relativa documentazione. Va precisato che il mutuo per la ristrutturazione della prima casa garantisce un finanziamento che vale sino all’80% dell’immobile, ma il valore in questione riguarda l’edificio dopo il termine dei lavori e non quello che possiede al momento di richiesta del mutuo. Si possono eseguire lavori di ristrutturazione che fanno parte della manutenzione ordinaria, se si apportano delle migliorie mediante interventi su edifici già esistenti e su parti limitate del bene immobiliare, oppure se si vuole ripristinarne la funzionalità, per questa tipologia di lavori è necessario presentare alla banca il preventivo di spesa che deve essere stilato dalla stessa impresa che effettuerà i lavori edilizi. Per approfondimneti si rimanda alla lettura di http://www.progedil90.it/blog/mutuo-ristrutturazione-prima-casa/. Continue reading

    Published by:
  • Prestito veloce cambializzato: di cosa si tratta

    I soggetti che non possono ottenere dei prestiti personali classici, in quanto risultano protestati ed iscritti alla Centrale Rischi dei cattivi pagatori possono comunque richiedere un prestito veloce cambializzato (detto anche prestito veloce con cambiali), una particolare forma di prestito che permette di ottenere un finanziamento portando come sola garanzia la firma della cambiale, ossia di un documento a titolo esecutivo che consente all’ente bancario di recuperare il denaro stanziato. Questa tipologia di finanziamento quindi trasforma le rate mensili in cambiali che vanno a costituire la forma di pagamento e di garanzia per l’ente che eroga la somma di denaro in prestito, nello specifico la cambiale funge da titolo esecutivo ed in caso di insolvenza l’ente creditizio può chiedere il pignoramento dei beni di proprietà del soggetto beneficiario del prestito. La cambiale costituisce il mezzo di rimborso del finanziamento nei confronti dell’istituto bancario o della finanziaria, andando a sostituire le rate mensili, per cui in caso di mancato pagamento degli importi dovuti, l’ente che ha elargito il prestito può avvalersi delle procedure di pignoramento dei beni del soggetto che richiede il prestito veloce cambializzato per poter recuperare la somma di denaro elargita. Altre notizie su Prestito delega caratteristiche. Continue reading

    Published by: