Quali azioni comprare nel corso del 2017: come agire

Comment

Guide

Gli investitori prima di lancarsi all’acquisto di azioni sanno bene che è opportuno dare uno sguardo oculato alle analisi ed alle previsioni fatte dagli esperti del mercato che sono in grado di consigliare quali azioni comprare da cui poter prevedere un buon guadagno nel lungo periodo. Le novità economiche e politiche che si sono registrate sul finire dello scorso anno e durante l’inizio del 2017 hanno avuto ripercussioni sul mercato internazionale, si tratta infatti di eventi che hanno avuto la capacità di influenzare l’andamento di molti titoli azionari (basti pensare alle elezioni americane che hanno visto l’elezione del presidente Trump ed alla Brexit). Per investire in modo sicuro è bene tenere a mente che non esistono più azioni sicure al 100% in quanto gi scenari economici e finaziari attuali risulatano essere profondamente variabili, è nevcessario quindi studiare attentamente i mercati finanziari ed utilizzare degli strumenti sicuri e protetti. I risparmiatori che hanno intenzione di investire sui mercati finanzari devono tenere a mente che investire denaro in questi strumenti finanziari presuppone sempre un rischio associato ad una base di conoscenza dei mercati finanziari ed alla conoscenza delle dinamiche di borsa. Altre notizie su https://www.meteofinanza.com/migliori-azioni-comprare-oggi/.

Quando si effettuano delle operazioni di acquisto di titoli azionari, si investe una parte del capitale per un certo arco di tempo, ossia fino a quando non si opta per la vendita di quelle azioni possedute, si tratta di un lasso di tempo vincolato dallo stesso andamento del titolo. Di solito si effettuano degli investimenti di medio-lungo periodo, ma è possibile investire nel breve, medio e lungo termine adottando un preciso stile di trading che richiede di operare in un determinato modo. Per comprare le azioni ci si può rivolgere al mercato azionario oppure per mezzo di intermediari di fiducia, avendo comunque a disposizione un capitale minimo che deve tener conto del lotto minimo acquistabile e del prezzo delle azioni da comprare, a cui si vanno ad aggiungere eventualmente le commissioni del broker relative alle operazioni di apertura e chiusura della propria posizione. Il proprio portafoglio azionistico per essere vantaggioso deve basarsi sulla diversificazioni, analizzando di ogni titolo 2 fattori molto importanti: la crescita ed i dividendi; si tratta di due fattori che assumono il ruolo di principali variabili da tenere in considerazione quando si sceglie su cui investire. Un buon investitore deve poi dedicarsi a monitorare l’andamento generale del mercato, seguendo costantemente gli indici principali (S&P 500, Dow, Nasdaq) per identificare quando si è in una condizione di trend in salita; si consiglia inoltre di seguire le notizie economiche per consultare frequentemente i listini delle azioni e reperire notizie sulle migliori azioni, ricercando informazioni utili in previsione delle proprie operazioni di acquisto o vendita di azioni; non bisogna poi trascurare l’andamento dei grafici delle opzioni alla ricerca delle azioni che danno un segnale di acquisto in tempo reale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *