A chi si rivolge la polizza di Responsabilità Civile Professionale

Comment

Notizie

In base a quanto previsto dalla legge n.148/2011, il professionista è tenuto a stipulare una polizza RC professionale ossia una polizza di Responsabilità Civile Professionale per coprire eventuali rischi derivanti dall’esercizio della propria attività professionale. Questa assicurazione è obbligatoria per tutti i professionisti iscritti ad un albo, fatta eccezione per i medici della pubblica sanità e per i giornalisti, più precisamente è necessario che l’attività professionale sia effettivamente svolta, con apertura di partita Iva ed iscrizione alla propria gestione previdenziale obbligatoria. Nello specifico questa forma assicurativa si rivolge a chi esercita una professione che lo porta ad avere un certo numero di clienti; la polizza è diventata obbligatoria per legge a partire dal 13 agosto 2013 e si rivolge a tutte le professioni ordinistiche, attraverso tale copertura da adattare ad ogni attività professionale è possibile garantire uno svolgimento autonomo e sicuro della professione. In particolare grazie alla stipula della polizza di Responsabilità Civile Professionale si protegge il patrimonio del professionista dai rischi professionali associati allo stesso svolgimento dell’attività lavorativa, così mediante il pagamento di un premio annuo, la compagnia assicurativa sostiene il professionista in caso di richieste di risarcimento da parte di soggetti che dichiarano di essere stati danneggiati dal suo operato a causa di errori, negligenze oppure disattenzioni legate allo svolgimento della professione. Per approfondimenti su questo argomento si rimanda alla lettura di http://www.federicozanon.eu/assicurazione-rc-professionale-cosa-ce-da-sapere/#sthash.fTYUfDtQ.dpbs.

Risulta conveniente per il professionista la stipula di una polizza per la Responsabilità Civile Professionale in questo modo in caso di errore professionale non deve rispondere in proprio con un eventuale risarcimento, se non si assicura poi corre il rischio di essere sanzionato dal suo ordine di appartenenza. L’esercizio professionale è rischioso, anche se alcune professioni risultano essere più rischiose di altre, quindi per ogni attività professionale si effettua convenzionalmente una stima di rischio: alcune categorie professionali mediamente sono più rischiose di altre e da ciò dipende il costo della relativa polizza. Oltre che dal singolo professionista la polizza può essere stipulata in forma collettiva da un sindacato, un ordine professionale, una cassa mutua, una associazione in questo modo è possibile ridurre i costi contrattuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *