Tags:

Strumenti finanziari Forex: forward

Comment

Forex

Strumenti finanziari Forex: forward

Tra gli strumenti finanziari comunemente utilizzati nel mondo Forex si parla di forward (traducibile come “a termine”) quando si effettuano delle operazioni di acquisto o vendita di una valuta estera, la negoziazione viene conclusa ad una data diversa rispetto a quella in cui si effettua il pagamento. Le negoziazioni forward sono contratti per l’acquisto o la vendita di una valuta estera ad una data predeterminata (in non meno di tre giorni), ad un tasso di cambio predeterminato. In base a questo pressuposto la consegna della valuta sottostante deve avvenire alla data di scadenza della negoziazione in base a quanto stabilito dall’accordo tra acquirente e venditore in merito a come commerciare una valuta in un momento ad un determinato tasso di cambio: la differenza tra i tassi di cambio riflette i differenziali di interesse tra le due valute sottostanti. Nel caso in cui i depositi di una data valuta maturano tassi di interesse più alti e la valuta viene venduta forward, il venditore ha il diritto di ricevere interessi fino alla data della scadenza, la posizione del compratore si presenta sfantaggiosa dal momento che potrà investire i suoi soldi nella valuta che ha un tasso di interesse più alto solo dopo aver fatto trascorrere un certo lasso di tempo. Nel caso in cui il tasso forward risulta inferiore al tasso spot (un accordo per comprare o vendere una valuta al tasso di cambio corrente) allora il compratore verrà ricompensato dalla differenza. Altre notzie su: http://www.forexwiki.it/Contratto-forward-a-termine. La durata massima di un contratto forward nel Forex per la maggior parte delle coppie di valute è pari ai 12 mesi, se si negoziano le valute principali è possibile concludere il contratto forward che scade in 5 anni; vengono previsti altri periodi di scadenza e tra quelli più comuni ci sono 1,3 e 6 mesi. Va precisato che una negoziazione forward non può essere terminata, è possibile concludere una transazione opposta di vendita o di acquisto della valuta sottostante con la stessa data di scadenza ottenendo dalle due negoziazioni profitto e perdita. La contrattazione forward si pianifica per una data futura che richiede una garanzia chiamata anche “margine” che assicura in tal caso una copertura per far fronte a possibili perdite che la società di brokeraggio può subire in caso di eventuale violazione del contratto da parte della controparte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *