Tasso variabile con CAP come funziona

Comment

Mutui

I mutui prevedono non solo tasso fisso o  tasso variabile ma anche il CAP, ossia il tetto massimo a cui può rialzare la rata negli anni. Molti istituti di recente sono più propensi a proporre ai loro possibili clienti il mutuo variabile con il tetto per poter ottenere come vantaggio concreto quello di risparmiare sulla rata nei primi anni mentre e previsto un rialzo futuro dei tassi. In pratica il tasso variabile con CAP fa dipendere l’importo degli interessi dall’andamento di un indice di riferimento associato al costo del denaro fissando a priori un tetto massimo al tasso di interesse per assicurarsi in questo modo una forma di tutela in caso di oscillazioni verso l’alto dei tassi di interesse; a questa sicurezza corrisponde di solito uno spread leggermente più alto. Il principale vantaggio di questa tipologia di mutui consiste nel fatto che il tasso di interesse non può superare un limite che viene fissato in anticipo durante la fase di stipulazione del contratto: se il tasso d’interesse è inferiore al tetto massimo, il calcolo degli interessi sarà simile al mutuo a tasso variabile; invece se il tasso dovesse andare incontro ad un aumento superando la soglia del tetto massimo, non si dovrà pagare un tasso più alto rispetto al CAP. Per approfondimenti https://www.chebanca.it/wps/wcm/connect/istituzionale/prodotti/mutui-prestiti/mutui/scopri-i-mutui/mutuo-variabile-con-cap.

In presenza di tassi di interesse di mercato bassi si ha la garanzia di una rata ridotta, quando i tassi cambiano però il mutuatario ha la sicurezza di essere protetto dal momento che il tasso d’interesse non può superare la soglia massima predefinita che ha validità per tutta la durata del contratto di mutuo. La scelta di un mutuo a tasso variabile con CAP permette di proteggersi dall’eccessivo aumento dei tassi anche se la rata può diminuire oppure aumentare rispetto a quella iniziale: ogni mese il tasso applicato segue la variazione dell’Euribor. Il mutuo variabile con CAP tutela i clienti contro l’aumento del tasso di interesse anche se la rata è soggetta ad eventuali incrementi rispetto a quello iniziale, per questo se si vuole essere sicuri di non pagare una rata diversa é più raccomandabile scegliere il mutuo fisso che prevede una rata costante per tutta la durata del mutuo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *